Translate

venerdì 28 ottobre 2016

Trasferirsi a Fuerteventura 2016

Quante cose sono cambiate dal primo post di 5 anni fa che parlava del trasferimento sull'isola.
A quei tempi, iniziava quello che successivamente ha preso le dimensioni di un esodo, dall'Italia verso destinazioni diverse, alla ricerca di qualcosa che in Italia non c'era più per molte categorie di persone.
Le nuove generazioni, i pensionati, i piccoli commercianti e i delusi di tutti i tipi hanno cominciato a partire per diverse destinazioni, da Londra a Berlino, dai paesi dell'est Europa agli Stati Uniti, dalla Spagna peninsulare alle Isole Canarie.
Molti sono passati da Fuerteventura e solo alcuni si sono fermati, quelli più attrezzati come caratteristiche di base.
Chi aveva una certa solidità economica, chi era in possesso di una esperienza lavorativa adeguata alla richiesta locale e chi poteva fare affidamento sulla pensione, ha avuto la possibilità di trasferirsi, mentre gli
altri, la maggior parte di quelli che sono venuti, hanno dovuto rinunciare e tornare in Italia.
Oggi ormai i giochi sono fatti, le nuove posizioni create dalla ristrutturazione degli alberghi e dalle nuove aperture dei vari esercizi commerciali sono state occupate, i locali commerciali liberi in zone adeguate dove aprire attività sono finiti e le case decenti a prezzi vantaggiosi, sono state tutte vendute.
In pratica oggi è quasi impossibile trovare posti di lavoro, i locali commerciali liberi sono in zone di poco passaggio che non vi permetterebbero di aprire attività redditizie e le case in vendita sono principalmente di medie/grandi dimensioni a prezzi non più così convenienti.
Se poi aggiungiamo che il costo della vita è aumentato, che non si trovano case in affitto per lunghi periodi, che la gente del posto è diventata insofferente verso gli stranieri (in particolare gli italiani), perché obbiettivamente ne sono arrivati troppi e hanno inciso negativamente sul loro stile di vita tranquillo, possiamo dire che oggi è decisamente una pessima idea trasferirsi qui.
Fuerteventura è un isola di solamente 130.000 abitanti suddivisi su pochi piccoli paesi, gran parte dell'isola è disabitata, non c'è produzione di nessun tipo e il lavoro è concentrato nel settore turistico e nel pubblico.
Creare nuovi posti di lavoro al di fuori di questi settori è molto difficile.
Naturalmente se non avete niente da perdere e volete provare a trasferirvi fatelo, ma non partite con grandi aspettative e valutate bene anche altre destinazioni che potrebbero risultare meno complicate.